I colpi di testa e le trasferte vincenti: Parma-Inter, all you need to know

I COLPI DI TESTA E LE TRASFERTE VINCENTI: PARMA-INTER, ALL YOU NEED TO KNOW

Statistiche e curiosità sul match vinto al Tardini

La vittoria per 2-1 sul campo del Parma regala all'Inter tre punti preziosi e ribadisce alcune caratteristiche classiche che stanno contraddistinguendo la squadra di Antonio Conte in questa stagione: la capacità di segnare di testa, il ruolino di marcia in trasferta e il coinvolgimento dei difensori nelle reti segnate. In collaborazione con Opta, ecco le statistiche e le curiosità del match.

Intanto le trasferte nerazzurre: nessuna squadra in Serie A ha totalizzato tanti punti quanti l'Inter fuori casa, ben 32. Un dato importante che si unisce alla capacità nerazzurra di guadagnare punti da posizione di svantaggio: sono 14, meno solo di Atalanta (22), Lazio (19) e Bologna (15). 

Per quanto riguarda le rimonte, quella del Tardini si è concretizzata nel giro di 4 minuti, tra l'83' e l'87'. L'Inter ha vinto una partita di Serie A dopo essere stata in svantaggio all'80' minuto per la prima volta da aprile 2011, contro il Cesena. In quell'occasione fu Giampaolo Pazzini, con una doppietta, a ribaltare il tra il 92' e il 96'.

Due gol di testa per una vittoria, entrambe realizzate da difensori. L'Inter è a quota 13 marcature di testa in Serie A,  almeno due in più di ogni altra squadra. Inoltre l'ultima partita nella quale i nerazzurri avevano trovato il gol con due difensori nello stesso match risaliva al febbraio 2018, vittoria sul Benevento con i gol di Skriniar e Ranocchia.

A proposito di difensori: secondo gol in nerazzurro per Bastoni. Due gol entrambi di testa, entrambi in trasferta (il primo a Lecce) ed entrambi da subentrato. Più abituato Stefan de Vrij, a quota tre gol in campionato ai quali si sommano anche tre assist.


中文版  English Version  日本語版  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española 

Tags: serie-a
Load More