VIDEO | I 10 momenti di svolta della stagione 2009/2010

VIDEO | I 10 MOMENTI DI SVOLTA DELLA STAGIONE 2009/2010

Nella campagna #Timeless2010 powered by Pirelli ripercorriamo 10 situazione chiave dell'anno del Triplete

MILANO - La scorsa settimana abbiamo ripercorso i 10 momenti più duri della stagione 2009/2010. Oggi vi proponiamo quelli che sono stati dei veri e propri turning points, le situazioni che hanno portato ad una vera e propria svolta in positivo nel cammino verso il Triplete.

1. L'arrivo all'Inter di Samuel Eto'o
La campagna trasferimenti della stagione 2009 vede arrivare all'Inter Lucio, Milito, Thiago Motta, Samuel Eto'o e Wesley Sneijder. L'arrivo di Samuel Eto'o è quello che fa più scalpore, all'interno della cessione al Barcellona di Zlatan Ibrahimovic. Il camerunese si dimostrerà uomo squadra totale: 16 gol, ma soprattutto una dose di esperienza e di utilità tattica clamorose, oltre al carisma dirompente.

2. Il derby d'andata: Milan-Inter 0-4
Un avvio di stagione a singhiozzo: la sconfitta nella Supercoppa con la Lazio, il pareggio casalingo con il Bari. Derby alla seconda giornata: Mourinho manda in campo da subito Sneijder, appena arrivato, praticamente nessun allenamento con la squadra. Una dimostrazione di forza totale: l'Inter domina, vince 4-0 con gol bellissimi. Comincia la marcia nerazzurra.

3. La vittoria a Kiev nel finale
Inter eliminata dalla Champions alla quarta giornata del girone: i titoli erano già pronti. Dinamo Kiev-Inter, gol di Shevchenko nel primo tempo e cronometro che scorre inesorabile verso il 90'. Con una sconfitta, Inter eliminata. 86': l'1-1 di Milito. 89': l'incredibile 2-1 di Sneijder. Dall'inferno al paradiso, Inter viva e pronta a continuare la corsa in Champions.

4. A gennaio l'acquisto di Goran Pandev
A causa della convocazione per la Coppa d'Africa, José Mourinho deve fare a meno di Samuel Eto'o per quasi tutto il mese di gennaio. Dalla Lazio arriva, anzi ritorna dopo le esperienze in Primavera, Goran Pandev. Diventa un'arma fondamentale per la formazione nerazzurra: Mourinho gli cuce il ruolo di punta esterna di destra. Segna anche il 2-0 nel derby di ritorno.

5. Inter-Siena 4-3
Tante defezioni, ma una sfida fondamentale per chiudere il girone d'andata. L'Inter va sotto due volte in casa contro il Siena, prima 0-1 e poi 2-3. Nel finale Mourinho gioca tutte le carte a disposizione: dentro Arnautovic e il giovane Stevanovic, nel finale Samuel viene spostato a fare il centravanti aggiunto. Prima la punizione di Sneijder per il 3-3, poi il gol indimenticabile proprio di Samuel per il 4-3. Una vittoria pesantissima per come è maturata.

6. Il derby di ritorno: 2-0 in (doppia) inferiorità numerica
Uno di quei derby che entrano di diritto nella leggenda. L'Inter vince 2-0 con i gol di Milito e Pandev dopo essere rimasta in 10 alla mezz'ora per il rosso a Sneijder e in 9 nei minuti finali per l'espulsione di Lucio. Partita sigillata nel finale da Julio Cesar con il rigore parato a Ronaldinho.

7. La rimonta in Coppa Italia: Juventus battuta ai quarti
Un match forse poco sponsorizzato di quella stagione è quello dei quarti di Coppa Italia: Inter sotto in casa contro la Juventus per il gol di Diego. Nella ripresa, gli sforzi per raddrizzare il match: Lucio trova il pareggio con una deviazione, poi Balotelli allo scadere sentenzia Buffon per il 2-1. Inter in semifinale.

8. La vittoria a Stamford Bridge
Inter reduce dalla pesante sconfitta per 3-1 di Catania. Per il ritorno degli ottavi di Champions League Mourinho vara il 4-2-3-1: l'Inter gioca la partita della maturità e vince 1-0 sul campo del Chelsea grazie al gol di Eto'o. Un passaggio chiave della stagione nerazzurra.

9. Juventus e Atalanta battute, è il contro-sorpasso
Il gol di Maicon rompe l'incantesimo in Inter-Juventus, partita cruciale nel percorso in campionato. Uno dei gol più belli della storia nerazzurra. La sfida con l'Atalanta è delicatissima: a cavallo della semifinale di Champions League contro il Barcellona. L'Inter va sotto, poi vince 3-1. Il giorno successivo la Roma perderà con la Sampdoria:  è il controsorpasso nerazzurro sui giallorossi. Quello decisivo.

10. La doppia sfida con il Barcellona
La semifinale di Champions League mostra le due facce dell'Inter: straripante a San Siro, con un 3-1 che poteva avere una portata addirittura più ampia dopo l'avvio complicato. E l'1-0 del Camp Nou, in 10 contro 11 per più di un'ora. Un inferno, attraversato prima di correre verso Madrid. Verso il Triplete.


中文版  日本語版  English Version  Versión Española  Versi Bahasa Indonesia 

I 10 turning points della stagione 2009/2010 | #Timeless2010

Load More