I NUMERI DI STEFAN DE VRIJ

La fotografia della stagione del difensore olandese

1/16
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij
I numeri di Stefan de Vrij

MILANO - Raccontare la stagione, fino ad oggi, di Stefan de Vrij è allo stesso tempo semplice e complicatissimo. Facile perché le evidenze, i numeri, il rendimento parlano da soli. Difficile perché non capita tutti i giorni di trovare un difensore con statistiche, abitudini e percentuali così simili a quelle di un centrocampista. Dai piedi buoni, ovviamente.

Con l'aiuto di Opta (e con il video che trovate in fondo all'articolo) proviamo dunque a tratteggiare questo scorcio di stagione del difensore olandese, con un focus particolare sul campionato. Questo perché proprio Opta ha inserito de Vrij nella top 11 basata sui dati statistici dall'inizio della stagione in Serie A. 23 le presenze di de Vrij in A, quest'anno, 22 da titolare per un totale di 2.005 minuti disputati. Una presenza fissa e costante, al centro della difesa nerazzurra, una predisposizione naturale nell'agire al centro dello schieramento a tre scelto da Antonio Conte.

È proprio lì che Stefan si sente a suo agio e può mettere al servizio della squadra le sue doti. La costruzione del gioco parte spesso da lui, ed ecco che i numeri parlano di una vera e propria eccellenza: 91,6% di passaggi riusciti (una media di oltre 50 passaggi a partita), una media di palloni giocati superiore a 61. Dati da centrocampista. de Vrij non gioca facile: non si tratta solamente di disimpegni scontati, ma la caratteristica principale esaltata in questa stagione sta nella capacità di giocare in avanti: 258 verticalizzazioni, alla ricerca dello smarcamento del centrocampista o - nella maggior parte dei casi - direttamente della punta. Non con lanci lunghi, ma con passaggi radenti che spesso spezzano le linee avversarie.

In questo modo de Vrij ha dato un contributo importantissimo alla produzione offensiva dell'Inter: sono già 3 gli assist confezionati. Sassuolo, Brescia e Verona le vittime. Il suggerimento per Lukaku sul campo del Sassuolo resta l'esempio, con l'olandese capace di avanzare quasi fino alla trequarti avversaria per poi trovare il varco per il passaggio profondo per il centravanti belga. Ai tre assist si aggiungono anche due gol: quello sul campo del Torino, di sinistro; e quello meraviglioso, pesantissimo e decisivo nel derby contro il Milan: un capolavoro di testa per il sorpasso vincente.

Non ci sono però solo gli aspetti offensivi. de Vrij ha contribuito a fare dell'Inter la seconda miglior difesa in Serie A: 86 respinte difensive e 20 conclusioni bloccate. Posizionamento eccellente e sapienti letture difensive hanno spesso scaldato il pubblico di San Siro in questa stagione.

Together as a team. L'Inter scende di nuovo in campo nel contrasto al Coronavirus attraverso una campagna global di crowdfunding, con l’obiettivo di coinvolgere non solo la Società nerazzurra ma anche tifosi e appassionati di tutto il mondo. Clicca qui per fare la tua donazione.


中文版  English Version  日本語版  Versi Bahasa Indonesia  Versión Española 

Tags: de-vrij
Load More